martedì 23 maggio 2017

L'Ignoranza con la i maiuscola

E' tanto che non scrivo ma questa mi deve proprio "uscire".
Un pomeriggio assolato in un parco qualunque di una città della Romagna. Due ragazzi si scambiano qualche bacio su una coperta, sull'erba. Sono abbastanza isolati. Ad un certo punto arriva e si ferma vicino a loro un gruppetto di due "adulti" e alcuni ragazzi, alcuni vestiti da calciatori, altri da "patacchini" come si suol dire da queste parti, altrove dicono "truzzi" o "tamarri"... non saprei come altro tradurre... Li sento fare discorsi sul calcio, qualcuno infama i comunisti, qualcuno smadonna (= bestemmia) ad alta voce, etc... personaggi piuttosto prevedibili e definiti insomma.
A un certo punto uno degli "adulti" si rivolge ai due ragazzi sulla coperta e dice:
"Scusate, scusate, ci sono i bambini."
Giusto, in effetti in quel momento tre bambini (probabilmente erano con loro) si sono avvicinati sul prato, giocando a palla, e i due ragazzi non se n'erano probabilmente accorti. In realtà i bambini poi si allontanano subito fregandosene di tutto, comunque i due ragazzi non si baciano più.
Ma è a questo punto che accade l'inconcepibile. I ragazzi del gruppetto da poco arrivati (mentre continuano i loro discorsi conditi da frequenti porco D...) gettano una bottiglia di plastica di una bibita alle loro spalle, tranquillamente, nel prato. Sotto lo sguardo (e i porco D...) indifferenti dell' "adulto" di cui sopra.
Quindi, in caso i bambini fossero stati attenti alla situazione, ecco cos'avrebbero imparato oggi: che un paio di baci in pubblico sono fastidiosi (effettivamente volersi bene da fastidio a certa gente), però invece bestemmiare e inquinare il verde pubblico va benissimo.

Nessun commento:

Posta un commento